Articoli

(Image credit: European Parliament, 2013)
L’anno dell’Europa: cosa pensano gli italiani
Decima rilevazione ISPI – Rainews realizzata da IPSOS
25 Marzo 2017

Mentre l’Unione europea celebra i sessant’anni dalla firma dei Trattati di Roma, il progetto di integrazione affronta una delle fasi più difficili della sua storia. In questo contesto, la rilevazione demoscopica ISPI–Rainews (giunta alla sua decima edizione) fa emergere la percezione che gli italiani hanno oggi dell’Europa.

(Image credit: Depositphotos)
L’anno dell’Europa: quale futuro a 60 anni dai Trattati?
I commenti di Napolitano, Monti, Prodi, Bonino...
24 Marzo 2017

I leader dei paesi europei si incontreranno domani per celebrare il 60° anniversario dei Trattati di Roma. Celebrazioni che avvengono in un mondo e in un clima sociale e politico radicalmente diversi da quelli in cui questi documenti furono firmati nel 1957. In occasione di questa celebrazione, in un anno decisivo per le sorti dell’Europa, l’ISPI ha chiesto a otto personalità di primo piano di fornire il loro punto di vista sull’integrazione europea e di avanzare proposte in merito al suo futuro.

(Foto: La Presse)
Attentato di Londra: un’analisi a caldo
23 Marzo 2017

Il terrorismo torna a colpire l’Europa. E lo fa in uno dei luoghi simbolo della sua storia democratica, il Parlamento di Westminster. Mentre ISIS arretra sul terreno in Siria e Iraq, il suo messaggio ai simpatizzanti presenti in occidente non perde vigore. Il processo di radicalizzazione appare in constante mutamento e così anche le azioni di contrasto e di risposta a questo fenomeno, come evidenziano gli approfondimenti di questo focus.

(Image credit: KCNA/Reuters)
Corea del Nord: un problema per tutti
16 Marzo 2017

Il regime nordcoreano di Kim Jong–un sembra risoluto a proseguire lo sviluppo del proprio programma nucleare e missilistico. I primi mesi del 2017 non hanno fatto altro che confermarlo: lo scorso 12 febbraio Pyongyang ha infatti testato un nuovo missile balistico a medio raggio, sancendo una netta evoluzione qualitativa, oltre che quantitativa, del proprio arsenale.

I cinque nodi del problema
16 Marzo 2017

Le due Coree dopo il 1948: un breve profilo storico

(Foto: Reuters/Heinz-Peter Bader)
Olanda al voto: tensioni con Ankara e rischio populismo
13 Marzo 2017

Mentre infiamma la crisi diplomatica con Ankara, mercoledì 15 marzo l’Olanda va alle urne per eleggere la Camera dei Rappresentanti e formare il nuovo governo. Un appuntamento che sta catalizzando l’attenzione di tutta l’Europa perché quelle olandesi sono le prime di una serie di elezioni nazionali che nel corso del 2017 potrebbero ridefinire il quadro politico europeo.

"Fare business negli Usa di Trump (nuovi scenari per le imprese italiane)" Milano, 30/03
30 Marzo 2017

Dall’ambito politico a quello economico, da quello commerciale a quello industriale, la presidenza di Donald Trump è un susseguirsi di colpi di scena. Le dichiarazioni, i decreti e le scelte strategiche del nuovo presidente degli Stati Uniti hanno conseguenze molteplici – e soprattutto imprevedibili – tanto sul piano interno quanto su quello internazionale. Quale sarà ad esempio l’impatto delle misure protezionistiche annunciate su importazioni e investimenti? Cosa cambia, nello specifico, per le imprese italiane?

"L'età dell'incertezza. Scenari globali e l'Italia", Rapporto ISPI
09 Marzo 2017

RAPPORTO ISPI "L'ETA' DELL'INCERTEZZA. SCENARI GLOBALI E L'ITALIA"

"L'anno dell'Europa" - Milano, 3 aprile
03 Aprile 2017

A Londra torna la paura per l’attacco a Westminster, in un periodo in cui gli occhi sono già puntati sulla Gran Bretagna per l’avvio formale della Brexit fissata per il prossimo 29 marzo. Crescono intanto le incognite sul futuro dei rapporti tra Londra e Bruxelles nell’anno in cui si tengono elezioni cruciali in Francia e Germania. Dopo la Gran Bretagna, esiste per l’Ue il rischio di altre “exit”? O la Brexit può anche rappresentare un’opportunità per rilanciare l’integrazione europea? Che ne sarà della libertà di movimento dei lavoratori?

(Photo credit: Flickr)
NATO: Alleati nell’era Trump
02 Marzo 2017

Il discorso al Congresso (28 febbraio) del presidente Donald Trump ha riportato al centro dell’attenzione il legame transatlantico. A questo riguardo il tono del nuovo inquilino della Casa Bianca è apparso relativamente più in continuità con la politica estera americana degli ultimi anni. Ma non possono essere dimenticate le numerose dichiarazioni critiche nei confronti della NATO, definita in una occasione “obsoleta”.

La Nato che cambia: 7 punti critici
02 Marzo 2017

UN MAGGIORE IMPEGNO DEGLI ALLEATI – In risposta alle dichiarazioni sulla NATO da parte dell’allora candidato repubblicano alla presidenza USA Donald Trump (l’Alleanza atlantica è “obsoleta”), il Segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha replicato nel novembre scorso che, malgrado le grandi capacità militari di cui dispongono, gli Stati Uniti non possono pensare di affrontare da soli le prossime sfide alla sicurezza globale.

(Foto: Chip Somodevilla/Getty)
Usa: Trump al Congresso e partiti in crisi
28 Febbraio 2017

Ieri Donald Trump ha tenuto il suo primo discorso al Congresso, per l’occasione riunito in seduta comune. Un Congresso inevitabilmente polarizzato: da una parte il partito repubblicano, che dispone della maggioranza nei due rami ma che sembra essere ancora in cerca di un modus vivendi con un presidente solo formalmente appartenente ai propri ranghi; dall’altra il partito democratico fortemente agguerrito e intenzionato ad utilizzare l’arma dell’ostruzionismo nei confronti del presidente e del partito rivale.

(Foto: Alexander Zemlianichenko/AP)
Negoziati sulla Siria: Ginevra o Astana?
22 Febbraio 2017

Si apre giovedì 23 febbraio a Ginevra il quarto round negoziale dei colloqui di pace sulla Siria convocati dall’inviato speciale dell’Onu Staffan de Mistura. L'incontro avrà luogo a una settimana di distanza dal vertice tenutosi il 15-16 febbraio ad Astana, un'iniziativa parallela organizzata da Russia, Turchia e Iran. In vista di questo appuntamento, ripercorriamo le posizioni degli attori coinvolti e i possibili scenari.

(Photo credit: Ejinsight)
Cina: la vera sfida di Trump
21 Febbraio 2017

Cina e Stati Uniti “dovrebbero essere amici e partner piuttosto che oppositori o nemici”, ha sottolineato la portavoce del Ministero degli Esteri di Pechino il 19 gennaio scorso, un giorno prima dell’insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca. A preoccupare il gigante asiatico, le minacce e gli attacchi verbali alla Cina che hanno costellato la campagna elettorale del neo-presidente americano.

Glossario e cronologia delle relazioni USA-Cina
21 Febbraio 2017

GLOSSARIO


Il Pivot to Asia

Fact Checking: L'euro 15 anni dopo
15 Febbraio 2017

Il clima di incertezza che domina il contesto internazionale è aggravato da una serie di notizie parziali, fake news e incomprensioni. Con la nuova pubblicazione online “Fact Checking”, l'ISPI sceglie di volta in volta un tema di grande attualità su cui intende fare chiarezza, fornendo un’informazione sintetica e il più possibile fondata su dati oggettivi. Il tema di questo primo numero è l'euro, entrato in circolazione 15 anni fa. Proprio in questi giorni ricorrono peraltro i 25 anni dalla firma del Trattato di Maastricht, che ne ha avviato la creazione.

Netanyahu da Trump: un difficile reset
15 Febbraio 2017

L'incontro a Washington tra il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sembra essere più teso di quanto ci si aspettasse perché contribuirà a definire le agende politiche dei due paesi su questioni fondamentali come l'Iran, la Siria e il conflitto israelo-palestinese, fonti di forte disaccordo tra Netanyahu e l'ex presidente Barack Obama.

"L'età dell'incertezza. Scenari globali e l'Italia" - Presentazione Rapporto 2017
16 Febbraio 2017

La radicalizzazione delle incertezze che investono contemporaneamente i singoli attori politici e il sistema internazionale è stata sicuramente al centro della scena nell’ultimo anno: dalla vittoria della Brexit ai nuovi successi dei movimenti nazionalisti e populisti in vari paesi europei; dalla sconcertante paralisi della comunità internazionale di fronte alla guerra in Siria alla nuova ondata di attacchi terroristici in Europa; dalle nuove crisi in paesi quali il Brasile e il Sudafrica, fino alla vittoria di Donald Trump alle elezio

(foto: Onu)
Somalia: un’elezione per uscire del caos
09 Febbraio 2017

Mohamed Abdullahi Mohamed, detto Farmajo, è il nuovo Presidente della Somalia. L’8 febbraio ha raccolto la maggioranza dei voti in quelle che vengono considerate le prime elezioni a partecipazione allargata (seppur non ancora democratica) da cinquant’anni. Anche se il risultato delle elezioni rappresenta per molti un fattore di cambiamento, la Somalia appare ancora intrappolata in una serie di crisi interne e regionali molto difficili da risolvere.

Pagine