focus cina

Cliccare sulla mappa per leggere i dati

x

HUNAN

Pil: Rmb 2.704 mld (10°)

Pil pro capite: USD 5.939 (19°)*

Popolazione: 67 mln (7°)*

Export: USD 17 mld (18°)

Import: USD 11 mld (23°)

FDI: USD 7,3 mld (13°)*

Grado di apertura

commerciale: 6% (27°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

            

 

       

 

GUIZHOU

Pil: Rmb 925 mld (26°)

Pil pro capite: USD 3.703 (31°)*

Popolazione: 35 mln (19°)*

Export: USD 3 mld (27°)

Import: USD 1 mld (28°)

FDI: USD 500 mln (26°)*

Grado di apertura

commerciale: 3% (30°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

CHONGQING

Pil: Rmb 1.426 mld (21°)

Pil pro capite: USD 6.913 (12°)*

Popolazione:  30 mln (20°)*

Export: USD 52 mld (9°)

Import: USD 30 mld (12°)

FDI: USD 3,5 mld (18°)*

Grado  di apertura

commerciale: 35% (8°)

 

 

2014 

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)   

GUANGDONG

Pil: Rmb 6779 mld (1°)

Pil pro capite: USD 9.456 (8°)*

Popolazione: 106 mln (1°)*

Export: USD 745 mld (1°)

Import: USD 497 mld (1°)

FDI: USD 28,8 mld (3°)*

Grado di apertura

commerciale: 112% (2°)

 

 

2014 

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)

            

 

       

 

JIANGXI

Pil: Rmb 1.570 mld (18°)

Pil pro capite: USD 5.132 (25°)*

Popolazione:  45 mln (13°)*

Export: USD 27 mld (14°)

Import: USD 12 mld (22°)

FDI: USD 6,8 mld (14°)*

Grado di apertura

commerciale: 15% (15°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

FUJIAN

Pil: Rmb 2.405 mld (11°)

Pil pro capite: USD 9.346 (9°)*

Popolazione:  38 mln (16°)*

Export: USD 97 mld (6°)

Import: USD 67 mld (9°)

FDI: USD 7,9 mld (12°)*

Grado di apertura

commerciale: 42% (6°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)     

            

ZHEJIANG

Pil: Rmb 4.015 mld (4°)

Pil pro capite: USD 11.059 (10°)*

Popolazione:  55 mln (5°)*

Export: USD 281 mld (3°)

Import:USD 97 mld (6°)

FDI: USD 16 mld (5°)*

Grado di apertura

commerciale: 58% (3°)

 

2014 

 Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)   

TIBET

Pil: Rmb 92 mld (31°)

Pil pro capite: USD 4.211 (28°)*

Popolazione: 3 mln (31°)*

Export: USD 2 mld (30°)

Import: USD 88 mln (31°)

FDI: USD 0 (31°)*

Grado di apertura

commerciale: 14% (16°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

JIANGSU

Pil: Rmb 6.508 mld (2°)

Pil pro capite: USD 12.052 (4°)*

Popolazione: 79 mln (5°)*

Export: USD 350 mld (2°)

Import: USD 259 mld (3°)

FDI: USD 35,8 mld (2°)*

Grado di apertura

commerciale: 57% (4°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)     

 

       

 

ANHUI

Pil: Rmb 2.084 mld (14°)

Pil pro capite: USD 5.118 (26°)*

Popolazione:  60 mln (8°)*

Export: USD 26 mld (15°)

Import: USD 16 mld (19°)

FDI: USD 8,6 mld (10°)*

Grado di apertura

commerciale: 12% (18°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)  

HUBEI

Pil: Rmb 2.736 (9°)

Pil pro capite: USD 6.884 (14°)*

Popolazione:  58 mln (9°)*

Export: USD 24 mld (16°)

Import: USD 17 mld (18°)

FDI: USD 5,7 mld (16°)*

Grado di apertura

commerciale: 9% (24°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

HENAN

Pil: Rmb 3.493 mld (5°)

Pil pro capite: USD 5.520 (23°)*

Popolazione: 94 mln (3°)*

Export: USD 42 mld (11°)

Import: USD 26 mld (13°)

FDI: USD 12,1 mld (8°)*

Grado di apertura

commerciale: 12% (19°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)   

SHANDONG

Pil: Rmb 5.942 mld (3°)

Pil pro capite: USD 9.098 (10°)*

Popolazione: 97 mln (2°)*

Export: USD 155 mld (5°)

Import: USD 174 mld (4°)

FDI: USD 17 mld (4°)*

Grado di apertura

commerciale: 34% (9°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    


 

LIAONING

Pil: Rmb 2.862 mld (7°)

Pil pro capite: USD 9.965 (7°)*

Popolazione: 44 mln (14°)*

Export: USD 55 mld (7°)

Import: USD 69 mld (8°)

FDI: USD 35,8 (2°)*

Grado di apertura

commerciale: 27% (11°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)

            

 

       

HEILONGJIANG

Pil: Rmb 1.503 mld (20°)

Pil pro capite: USD 6.059 (17°)*

Popolazione: 38 mln (15°)*

Export: USD 12 mld (21°)

Import: USD 17 mld (17°)

FDI: USD 0,7 mld (24°)*

Grado di apertura

commerciale: 12% (21°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013) 

JILIN

Pil: Rmb 1380 mld (22°)

Pil pro capite: USD 7.623 (11°)*

Popolazione: 27.513.000 (21°)*

Export: USD 6 mld (25°)

Import: USD 20 mld (16°)

FDI: USD 1,6 mld (22°)*

Grado di apertura

commerciale: 12% (20°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

            

 
 

TIANJIN

Pil: Rmb 1.572 mld (17°)

Pil pro capite: USD 16.090 (1°)*

Popolazione: 15 mln (27°)*

Export: USD 52 mld (8°)

Import: USD 92 mld (7°)

FDI: UDS 15 mld (7°)*

Grado di apertura

commerciale: 56% (5°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

BEIJING

Pil: Rmb 2.133 mld (13°)

Pil pro capite: USD 15.057 (2°)*

Popolazione:21 mln (26°)*

Export: USD 31 mld (13°)

Import: USD 111 mld (5°)

FDI: USD 8 mld (11°)*

Grado di apertura

commerciale: 41% (7°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)  

HEBEI

Pil: Rmb 2.942 mld (6°)

Pil pro capite: 1094 (16°)*

Popolazione: 73 mln (6°)*

Export: USD 49 (10°)

Import: USD 45 (10°)

FDI: USD 6 mld (15°)*

Grado di apertura

commerciale: 19% (13°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

SHANXI

Pil: Rmb 1.276 mld (24°)

Pil pro capite: USD 5.624 (22°)*

Popolazione: 36 mln (18°)*

Export: USD 11 mld (22°)

Import: USD 7 mld (26°)

FDI: USD 2,5 mld (20°)*

Grado di apertura

commerciale: 9% (26°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)

GANSU

Pil: Rmb 683 mld (27°)

Pil pro capite: USD 3.925 (30°)*

Popolazione:  26 mln (22°)*

Export: USD 2 mld (29°)

Import: USD 3 mld (27°)

FDI: USD 60 mln (30°)*

Grado di apertura 

commerciale: 4% (29°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013) 

QINGHAI

Pil: Rmb 230 mld (30°)

Pil pro capite: USD 5.898 (20°)*

Popolazione: 6 mln (30°)*

Export: USD 315 mln (31°)

Import: USD 309 mln (30°)

FDI: USD 200 mln (29°)*

Grado di apertura

commerciale: 1% (31%)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

SHAANXI

Pil: Rmb 1.768 mld (16°)

Pil pro capite: USD 6.896 (13°)*

Popolazione: 38 mln (17°)*

Export: USD 14 mld (19°)

Import: USD 13 mld (20°)

FDI: USD 2,9 mld (19°)*

Grado di apertura

commerciale: 9% (22°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)  

SICHUAN

Pil: Rmb 2.853 mld (8°)

Pil pro capite: USD 5.243 (24°)*

Popolazione:  81 mln (4°)*

Export: USD 36 mld (12°)

Import: USD 24 mld (12°)

FDI: USD 10 mld (9°)*

Grado di apertura

commerciale: 13% (17°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

            

 

       

 

YUNNAN

Pil: Rmb 1281 mld (23°)

Pil pro capite: USD 4.052 (29°)*

Popolazione:47 mln (12°)*

Export: USD 10 mld (23°)

Import: USD 9 mld (24°)

FDI: USD 2 mld (21°)*

Grado di apertura

commerciale: 9% (23°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

XINJIANG

Pil: Rmb 926 mld (25°)

Pil pro capite: USD 6.006 (18°)* 

Popolazione: 23 mln (25°)*

Export: USD 17 mld (17°)

Import: USD 21 mld (15°)

FDI: USD 400 mln (27°)*

Grado di apertura

commerciale: 25% (12°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

MONGOLIA INTERNA

Pil: Rmb 1.777 mld (15°)

Pil pro capite: USD 10.903 (6°)*

Popolazione: 25 mln (23°)*

Export: USD 6 mld (24°)

Import: USD 9 mld (25°)

FDI: USD 4 mld (17°)*

Grado di apertura

commerciale: 5% (28°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

HAINAN

Pil: Rmb 350 mld (28°)

Pil pro capite: USD 5.705 (21°)*

Popolazione: 9 mln (28°)* 

Export: USD 3 mld (26°)

Import: USD 12 mld (21°)

FDI: USD 0,6 mld (25°)*

Grado di apertura

commerciale: 29% (10°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013) 

 

GUANGXI

Pil: Rmb 1567 mld (19°)

Pil pro capite: USD 4.941 (27°)*

Popolazione:  47 mln (11°)*

Export: USD 13 mld (20°)

Import: USD 32 mld (11°)

FDI: USD 700 mln (23°)*

Grado di apertura

commerciale: 17% (14°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

 

NINGXIA

Pil: Rmb 275 mld (29°)

Pil pro capite: USD 6.368 (15°)*

Popolazione: 6,5 mln (29°)*

Export: USD 2 mld (28°)

Import: USD 1 mld (29°)

FDI: USD 300 mln (28°)*

Grado di apertura

commerciale: 9% (25°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013) 

SHANGHAI

Pil: Rmb 2.356 mld (12°)

Pil pro capite: USD 14.553 (3°)*

Popolazione: 24 mln (24°)*

Export: USD 192 mld (4°)

Import: USD 260 mld (2°)

FDI: USD 15.2 mld (6°)*

Grado di apertura

commerciale: 118% (1°)

 

 

2014

Fonte dati: CeSIF, Fondazione Italia Cina; Ceic

Tra parentesi il posizionamento in una classifica fra province

(*=dato 2013)    

            

 

TAIWAN

HONG KONG

MACAO

Intervista a Barbara Fischer, OROBIANCO
10 Novembre 2016

“Focus Cina” racconta in ogni numero le esperienze degli italiani e delle aziende italiane che hanno avviato un’attività nelle province cinesi. Abbiamo contattato Barbara Fischer, Presidente e Amministratore Delegato di OROBIANCO, azienda italiana che si occupa di luxury in più settori, dagli accessori all’abbigliamento e dagli occhiali agli orologi.

 

1. Quando e come nasce il vostro investimento in Cina?

E-commerce: la via per la Cina interna
10 Novembre 2016

Con i suoi oltre 700 milioni di utenti internet, il commercio digitale è sempre più importante per il mercato del lusso e ne sta causando una trasformazione strutturale. Settimanalmente, infatti, giungono notizie di chiusure degli store dei grandi brand del lusso nelle più varie città cinesi.

I nuovi ricchi arrivano dalle province: Hangzhou ha più miliardari di Parigi
10 Novembre 2016

Cina e lusso è ormai diventato un binomio inscindibile per il mercato dei prodotti di alta qualità principalmente per due ragioni: i cinesi rappresentano il terzo mercato più grande del settore e nel 2015 la Cina ha superato gli Stati Uniti, diventando il primo paese al mondo per numero di miliardari. Sebbene Stati Uniti e Giappone superino ancora la Cina come principali mercati del lusso, i consumatori cinesi detengono il primato degli acquisti su scala globale, con il 31% del totale contro il 24% degli americani e il 18% degli europei.

La politica del lusso in Cina
10 Novembre 2016

Il mercato del lusso in Cina e la politica del Partito comunista cinese si sono intrecciate con la campagna anti-corruzione avviata dal Segretario Generale Xi Jinping immediatamente dopo la sua ascesa al potere nell’ottobre 2012. Le prime avvisaglie dell’ondata di anti-corruzione contro la classe politica cinese si erano manifestate con vigore già nella primavera dello stesso anno quando il popolare Capo del partito di Chongqing era caduto in disgrazia proprio per storie di corruzione.

Turismo: i ricchi cinesi cercano l'avventura
10 Novembre 2016

Il turismo è una delle voci principali del settore del lusso in Cina. Per la sua natura le potenzialità di business sono riferite non solo al territorio cinese, ma anche all’opportunità di attrarre turisti verso l’Italia. Secondo un rapporto dello EU SME Centre il mercato del turismo domestico è cresciuto in media del 10% all’anno nell’ultimo decennio.

Moda 2.0: il lusso diventa Made In China
10 Novembre 2016

Negli ultimi anni la Cina si è ritrovata sempre più al centro del mondo della moda. Secondo alcune stime, entro il 2020 le vendite totali nella moda in Cina si triplicherebbero fino a raggiungere più di 1.3 bilioni RMB ($200 miliardi USD) contro i 398 miliardi RMB del 2010 ($60 miliardi USD).

Il Salone de Mobile a Shanghai per conquistare il mercato cinese
10 Novembre 2016

Secondo le principali società di consulenza internazionali la Cina è destinata ad essere il maggiore mercato mondiale per l’arredamento di lusso oltre a rappresentare quello con il maggior tasso di crescita.

Numero di Ultra-Ricchi per provincia 2014-2017
10 Novembre 2016

 

 

                              CLICCA L'IMMAGINE PER INGRANDIRE

 

Istruzione di alta qualità per i rampolli cinesi
10 Novembre 2016

Sebbene l’istruzione non rientri normalmente nella categoria dei beni di lusso, l’Hurun Luxury Consumer Price Index 2016 rivela che in un mercato come quello cinese, caratterizzato dalla rapida espansione di una classe media ambiziosa, questo settore ha visto il più brusco aumento dei prezzi, secondo solo a quello del mercato immobiliare. Le spese per master e corsi di specializzazione sono aumentate per il decimo anno consecutivo.

PM 2.5: l'Hebei deve cambiare aria
13 Luglio 2016

Nell’immaginario collettivo l’inquinamento atmosferico in Cina è ormai diventato una costante.

Fissati i limiti provinciali per le nuove immatricolazioni
13 Luglio 2016

A fine 2015 la Geely Automobile Holdings Ltd., compagnia cinese che opera nel settore automobilistico, ha annunciato di aver pianificato un'attribuzione del 90% delle vendite, entro il 2020, ai veicoli ibridi plug-in e ibridi diesel/elettrico.

"Città spugna" e acque reflue: le province e il problema idrico
13 Luglio 2016

La Cina combatte con la doppia sfida della carenza idrica e delle inondazioni urbane soprattutto a seguito delle pesanti piogge di quest’estate. Per affrontare le inondazioni, il paese sta costruendo delle "città spugne" per assorbire l'acqua in eccesso attraverso sistemi fognari all’avanguardia, piscine di filtrazione e spazi pubblici permeabili per ricaricare le falde acquifere impoverite o irrigare giardini e fattorie urbane.

Dallo Shandong allo Yunnan: partono i progetti pilota di green building
13 Luglio 2016

Una parte significativa dei problemi ambientali della Cina deriva da pratiche di costruzione tradizionali. L’introduzione del concetto di green building in Cina è stata lenta e principalmente confinata agli edifici industriali delle multinazionali occidentali. L’adozione dello Standard nazionale di valutazione per l’eco-edilizia nel 2006 e la conseguente pressione del governo per costruire secondo queste norme hanno dato impulso ad una rincorsa motivata per lo più da preoccupazioni energetiche.

Gestione e smaltimento dei rifiuti: il nuovo mercato è al Centro
13 Luglio 2016

La Cina non ha avuto statistiche ufficiali in materia di inquinamento del suolo fino ad aprile 2014 quando gli esiti parziali di un sondaggio nazionale sono stati resi noti per la prima volta.

Fare soldi con l'inquinamento: l'high tech per il monitoraggio ambientale
13 Luglio 2016

La gravità dell'inquinamento in Cina continua a creare opportunità di mercato sia per le multinazionali che per un gran numero di start-up cinesi e straniere.

La politica ambientale in Cina
13 Luglio 2016

Le tematiche ambientali hanno cominciato a far breccia nell'agenda politica cinese nel 1972 quando a seguito della Conferenza delle Nazioni Unite sull’Ambiente Umano di Stoccolma sono state create le prime istituzioni per la protezione ambientale. Tuttavia, il boom economico che prese avvio nel giro di pochi anni grazie alle riforme avanzate da Deng Xiaoping era costruito su un modello incentrato soprattutto sul raggiungimento di obiettivi di crescita economica.

Dallo Xinjiang al Jiangsu: la Cina punta sulle rinnovabili
13 Luglio 2016

La Cina è oggi il primo investitore al mondo nel settore dell’energia pulita. Nel 2014 Pechino vi ha destinato 89,5 miliardi di dollari (incremento annuo del 32%) superando del 73% gli Stati Uniti che la seguono in classifica.

Intervista a Simone Padoan, Segretario Generale di EEGEX
13 Luglio 2016

“Focus Cina” racconta le esperienze degli italiani e delle aziende italiane che hanno avviato un’attività nelle province cinesi. Questo mese abbiamo contattato Simone Padoan, Segretario Generale di EEGEX, associazione italiana costituita a gennaio 2015, che ha lo scopo statutario di promuovere il trasferimento di tecnologie e know-how nel settore Ambiente ed Energia.

Pagine