Dopo Chávez: la leadership perduta

ISPI Dossier
05 Marzo 2014
(Foto: Confirmado.com.ve)

A un anno dalla morte del Comandante Hugo Chávez, il Venezuela vive la sua stagione più difficile degli ultimi quindici anni. Allo stallo politico-istituzionale, che frena qualsiasi prospettiva riformista, si accompagnano evidenti problemi di carattere socio-economico: inflazione alle stelle, iper-svalutazione della moneta nazionale, calo della produzione e degli investimenti nel settore petrolifero, nonché una recrudescenza dei fenomeni criminali. Nicolás Maduro in un solo anno è riuscito a dissipare un'importante eredità politico-ideologica, di fatto favorendo l'insorgere di una rivolta sociale che, da oltre un mese, ha paralizzato il paese alzando notevolmente il livello di conflittualità. In questo clima di tensione e di crescente radicalizzazione dello scontro, alimentato anche dalle divisioni interne tra "falchi" e "colombe" delle rispettive fazioni contrapposte, il Venezuela post-chavista sembra destinato nel breve e medio periodo a incamminarsi verso una sostanziale instabilità.

Background
 
Scenari
 
Infografica
   
 
Giuseppe Dentice 
ISPI
 
 
Anna Pascale 
ISPI
 
 
Antonella Mori 
ISLA Università Bocconi, ISPI
 
 
Lucia Capuzzi 
Avvenire
 
 
Loris Zanatta 
Università di Bologna
 
 
Maurizio Stefanini 
Limes
 
 
Previous ISPI Research on topic
 
Pubblicazioni
 
Dal Mondo