L'Iran dopo le elezioni. Quali prospettive per le imprese italiane?

Giovedì, 29 Giugno, 2017 - 10:30
Milano, Assolombarda

Le elezioni dello scorso 19 maggio hanno confermato Hassan Rouhani presidente della Repubblica iraniana. Già artefice dell’accordo che ha portato alla progressiva eliminazione delle sanzioni legate al programma nucleare, Rouhani dovrà dedicare il secondo mandato alle necessarie riforme economiche. Nonostante l’Unione europea abbia ribadito il proprio sostegno all’Iran, Rouhani si dovrà confrontare con un’amministrazione statunitense più ostile rispetto alla precedente. Quali saranno le ripercussioni sulla tenuta dell’accordo nucleare? Quali margini d’azione ha l’Ue nel salvaguardare le relazioni con il paese? Quali gli ostacoli che Rouhani incontrerà sul proprio percorso sul piano interno e internazionale? Quali le possibilità di completamento della propria agenda economica e quali gli spazi per le imprese italiane? 

 

Intervento introduttivo di Giulia REPETTO, Rappresentante di Assolombarda

 

Interventi di inquadramento:

Pejman ABDOLMOHAMMADI, Professore, Università degli Studi di Genova e Visiting Research Fellow, London School of Economics

Annalisa PERTEGHELLA, Research Fellow, ISPI

Enrico PONZONE, Senior Advior, Avisa Partners

 

Le opportunità di business per l'Italia:

  Luca MIRAGLIA, Amministratore Delegato, Quarkup (in collegamento)  

   Marco PADOVAN, Avvocato e Fondatore, Studio Legale Padovan

 


L'incontro si è tenuto a Milano il 29 giugno presso l'AUDITORIUM della sede di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza (Via Pantano, 9).