Ripartono le candidature per i tirocini in Commissione Europea! Ecco i dettagli

07 Agosto 2017

Per tutti i laureati che cercano un’esperienza professionale in Europa e hanno un’ottima conoscenza dell’inglese e di una seconda lingua, c’è tempo fino al 31 agosto per candidarsi a un tirocinio presso la Commissione Europea, a Bruxelles e in Lussemburgo.

Due volte all’anno infatti, sono aperte le application per i famosi Blue Book Traineeship che iniziano generalmente il 1º marzo e il 1º ottobre e durano al massimo cinque mesi. I posti a disposizione sono 650 per ogni sessione ed è previsto un contributo mensile di circa 1.100,00€ oltre a una copertura assicurativa e al rimborso delle spese di viaggio.

 

Cosa si fa in un tirocinio presso la Commissione?

Ci sono due tipi di tirocinio e si può scegliere quello più in linea con il proprio profilo:

- Tirocinio nel settore amministrativo, da svolgersi in tutti i servizi (esclusa la Direzione Generale della Traduzione), dove le attività sono quelle affidate ai funzionari amministratori all’inizio della carriera in Commissione (raccogliere informazioni, elaborare relazioni, collaborare alla gestione di alcuni progetti, ecc.);

- Tirocinio nel settore della traduzione scritta ed esclusivamente presso la Direzione Generale della Traduzione, dove le attività sono le stesse dei colleghi titolari che si occupano di tradurre verso la propria lingua da almeno altre due lingue comunitarie.

 

Alcune note sull’application:

Per ogni candidatura si considerano profilo accademico, capacità linguistiche e altre caratteristiche come motivazione, competenze particolari, esperienze all’estero, pubblicazioni, ecc.

Ci si può candidare solo a un tipo di tirocinio per volta (amministrativo o di traduzione).

Fare application per il Blue Book programme vi permette comunque di candidarvi per opportunità disponibili in altre istituzioni, mentre fare un tirocinio/lavoro (pagato e non) per più di 6 settimane (o per 42 giorni di calendario) in un'altra istituzione o agenzia dell’UE vi renderebbe ineleggibili ai fini del Blue Book.

 

Perché provarci?

Un tirocinio in Commissione resta sempre un ottimo modo di conoscere direttamente il lavoro dell’UE, entrare in contatto con esperti, svolgere una concreta esperienza professionale e dare valore aggiunto al vostro CV.

Il programma dei tirocini esiste infatti da oltre 40 anni e - piccola nota - tra i 30.000 e più che sono riusciti a svolgere questo stage, alcuni sono anche diventati funzionari e commissari europei. Se siete interessati potete trovare tutte le informazioni qui e iniziare a compilare la vostra application.