La fine dell’isolamento del Nepal, la costruzione della sua identità politica e delle sue alleanze regionali

Venerdì, 14 Novembre, 2008

Enrica Garzilli

Dopo quasi 160 anni di governo dispotico, intervallato da brevi periodi di democrazia, e di isolamento politico e logistico, il Nepal è entrato nella scena politico internazionale come stato di diritto. Dal 2006 al 2008, dopo dieci anni di Lotta del popolo, il movimento dei maoisti è riuscito a detronizzare il re-dittatore, trasformandosi da movimento terrorista a partito di maggioranza di governo, a dare voce e potere ai gruppi etnici da sempre marginalizzati, a indire le prime elezioni democratiche ed eleggere come primo ministro il suo capo storico, Pushpa Kamal Dahal, l’ex “compagno Prachanda”. Per la prima volta nella storia del paese si sta discutendo sulla nuova Costituzione democratica e sull’assetto politico e amministrativo definitivo e, con essi, si sta delineando un nuovo ruolo del Nepal nel gioco delle alleanze regionali.

Documento: 
Numero: 
107