Cybersecurity e relazioni internazionali

Il proliferare a livello globale di attori, anche non statuali, con elevate capacità d’attacco, la sempre maggiore sofisticatezza e l’intrinseca non attribuibilità della minaccia cibernetica, la crescente pervasività di tecnologie collegate alla rete sono tutti elementi che, assieme, ridefiniscono il concetto stesso di frontiera, ed hanno un significativo impatto sulle relazioni internazionali. Di fronte alle minacce che promanano dallo spazio cibernetico, l’intero sistema Paese diviene il campo da gioco di un confronto che si svolge a livello globale e le cui regole ed implicazioni non sono ancora pienamente esplorate.

Il corso ha l’obiettivo di illustrare le sfide che i decisori politici devono affrontare in questo nuovo terreno di politica estera e di sicurezza. La prima giornata sarà volta ad illustrare le principali minacce che promanano dallo spazio cibernetico e che attentano all’interesse degli Stati, oltre che i più rilevanti attori di questo confronto globale. Particolare attenzione, in questo contesto, verrà data alle criticità di ordine organizzativo e al rapporto tra il settore pubblico e quello privato, che detiene ed opera la maggioranza delle reti.  La seconda giornata si concentrerà sulle iniziative in corso a livello politico-istituzionale e diplomatico per fare emergere delle norme condivise di comportamento degli Stati nello spazio cibernetico e dei meccanismi capaci di assicurare un  accettabile livello di ordine nella comunità internazionale. A tal fine, verranno presentati i casi delle organizzazioni internazionali (in primis: ONU; UE; NATO; OSCE; G7) capaci di far emergere un accordo sui principi di fondo ed assicurare un efficace coordinamento a livello operativo. 

Il corso è rivolto a chi desidera comprendere meglio cosa si intenda per “minaccia cibernetica” e perché essa venga indicata come una delle più rilevanti sfide del mondo contemporaneo. Certamente d’interesse per gli studenti di relazioni internazionali e studi strategici, il corso è inteso anche per chi, all’interno delle aziende, voglia comprendere i rischi connessi al mondo digitale ed i percorsi più adeguati per rafforzare le proprie difese.

Corso utile al conseguimento del Diploma in "Geopolitica e sicurezza globale".

Luogo: 
Data Iscrizione: 
Venerdì, 5 Maggio, 2017 to Mercoledì, 21 Giugno, 2017
Data svolgimento: 
Mercoledì, 5 Luglio, 2017 to Giovedì, 6 Luglio, 2017
Coordinatore: 
Cons. Fabio Rugge, ISPI
Coordinamento: 

Fabio Rugge

Il Consigliere Fabio Rugge è un diplomatico italiano. Ha lavorato presso la Rappresentanza italiana  alla NATO ed è stato Console Generale a Bombay. Dal 2012 al 2016 ha lavorato presso la Presidenza del Consiglio. E’ stato coinvolto nelle negoziazioni che hanno portato all’adozione della prima onnicomprensiva strategia NATO di difesa cibernetica (2011) e alla elaborazione del Quadro Strategico nazionale per la protezione dello spazio cibernetico (2014). Dal 2013 è professore aggiunto di “Security Studies” presso l’Università di Firenze. 

Costo: 
€ 200,00
Programma: 

Programma provvisorio

 

Mercoledì 5 luglio 2017


Lo spazio cibernetico: attori, minacce, vulnerabilità. Le principali sfide.

Cons. Fabio Rugge, ISPI 

Ore 9.30 - 11.00

Il quinto dominio: attori e concetti 

Ore 11.15 - 12.45

Minacce e resilienza 

Ore 13.45 - 15.15

Governance, info-sharing e PPP: stiamo facendo abbastanza?

 

L’architettura italiana di sicurezza cibernetica.

Pref. Adriano Soi, Università di Firenze

Ore 15.20 - 16.50

Le istituzioni e gli atti d’indirizzo 

Ore 17.00 - 18.30

Il ruolo dell’intelligence

Interesse nazione nazionale e sicurezza cibernetica 

 

Giovedì 6 luglio 2017

 

La cooperazione internazionale contro il crimine cibernetico.

Dott.ssa Francesca Bosco, Programme Officer UNICRI 

Ore 9.30 - 11.00

ll crimine cibernetico a livello internazionale: il threat landscape attuale e futuro. 

Ore 11.15 - 12.45

Gli strumenti di contrasto legislativi e di policy a livello internazionale, il ruolo dei diversi attori

La criminalità organizzata nel cyberspazio, il mercato sommerso e il crime-as-a-service

 

Le relazioni internazionali e le iniziative bilaterali e multilaterali per la sicurezza e la cooperazione nello spazio cibernetico

Prof. Luigi Martino, Scuola Superiore Sant'Anna, Pisa 

Ore 13.45 - 15.15

I principi generali: il lavoro in ambito ONU e OSCE. Il diritto internazionale applicabile nello spazio cibernetico e la prassi degli Stati: i reports dell’UNGGE; le CBMs; i Manuali di Tallinn. 

Ore 15.20 - 16.50

L’azione in ambito UE. Gli accordi bilaterali e multilaterali.  

Ore 17.00 - 18.30 

La Convenzione di Lucca: il primo step delle norme di comportamento responsabile degli Stati in ambito G7

Devi essere registrato per richiedere l'iscrizione. Clicca qui per registrarti
Se sei già registrato clicca qui per accedere

Torna ai corsi