Europa

L’anno dell’Europa: cosa pensano gli italiani

Mentre l’Unione europea celebra i sessant’anni dalla firma dei Trattati di Roma, il progetto di integrazione affronta una delle fasi più difficili della sua storia. In questo contesto, la rilevazione demoscopica ISPI–Rainews (giunta alla sua decima edizione) fa emergere la percezione che gli italiani hanno oggi dell’Europa.

Data di pubblicazione: 
Sab, 03/25/2017
Italiano

Il futuro dell’Europa: tre domande a Emma Bonino

Venerdì, 24 Marzo, 2017

Quali sono le aree in cui c’è più bisogno d’Europa? In quali eventualmente di meno?

Per come va il mondo e per le sfide che abbiamo di fronte, ritengo che le aree in cui abbiamo più bisogno d’Europa siano la politica estera e quella di difesa, il che vuol dire anche frontiere esterne. Ai temi da mettere in comune aggiungerei quelli di Ventotene, che non ha mai pensato a un super stato, e specialmente quelli del Manifesto dei federalisti europei del 1957, che arriva fino a indicare le materie su cui si è più efficaci  se si sta insieme.

L’anno dell’Europa: quale futuro a 60 anni dai Trattati?

I leader dei paesi europei si incontreranno domani per celebrare il 60° anniversario dei Trattati di Roma. Celebrazioni che avvengono in un mondo e in un clima sociale e politico radicalmente diversi da quelli in cui questi documenti furono firmati nel 1957. In occasione di questa celebrazione, in un anno decisivo per le sorti dell’Europa, l’ISPI ha chiesto a otto personalità di primo piano di fornire il loro punto di vista sull’integrazione europea e di avanzare proposte in merito al suo futuro.

Data di pubblicazione: 
Ven, 03/24/2017
Italiano

Il rilancio dell’UE non sia fine a se stesso

Venerdì, 24 Marzo, 2017

Giampiero Massolo

È quasi superfluo osservare come l’Unione Europea rischi di uscire ulteriormente indebolita da quella che si preannuncia, nell’era Trump, come una fase di bilateralizzazione dei rapporti internazionali, caratterizzata dalla sostituzione della logica dell’accordo e della concertazione con una logica più di potenza.

La priorità è la pace, affidata al ruolo dell’Europa unita

Venerdì, 24 Marzo, 2017

Intervento del Presidente emerito Giorgio Napolitano nell'Aula del Senato (17 marzo 2017)

Brexit: cosa cambierà?

Lunedì, 3 Aprile, 2017 - 18:00
Milano, Palazzo Clerici

Attentato di Londra: un’analisi a caldo

Il terrorismo torna a colpire l’Europa. E lo fa in uno dei luoghi simbolo della sua storia democratica, il Parlamento di Westminster. Mentre ISIS arretra sul terreno in Siria e Iraq, il suo messaggio ai simpatizzanti presenti in occidente non perde vigore. Il processo di radicalizzazione appare in constante mutamento e così anche le azioni di contrasto e di risposta a questo fenomeno, come evidenziano gli approfondimenti di questo focus.

Data di pubblicazione: 
Gio, 03/23/2017
Italiano

25 marzo 1957, Trattati di Roma: una svolta anche per le donne

Mercoledì, 22 Marzo, 2017

Valeria Palumbo

Il trattato firmato a Roma il 25 marzo 1957, che segna la nascita della Cee, la Comunità economica europea, è un parto plurigemellare. Sancisce, per esempio, per la prima volta un principio economico fondamentale: la parità salariale. Che la Comunità europea si occupasse anche dei diritti delle donne era tutt’altro che scontato. Fu un grande risultato.

UE: la velocità del mercato unico

Venerdì, 24 Marzo, 2017

Franco Bruni

Si vuole fare avanzare l’integrazione europea sfruttando la possibilità delle “più velocità”. Una di queste, si dice a volte, potrebbe “limitarsi” al mercato unico. La prima velocità sperimenterebbe nuove forme di unione politica, la seconda rimarrebbe sul terreno asettico del commercio.

Europa, una partita ancora aperta

Venerdì, 24 Marzo, 2017

Massimo Cacciari

La crisi che investe l'Unione europea non ha nulla di contingente o episodico e non potrà essere "rimontata" con qualche aggiustamento. Essa riguarda tanto l'assetto delle sue istituzioni, quanto l'idea o il senso o "la causa finale" della sua costruzione. È del tutto evidente che i processi decisionali risultano bloccati da sovrapposizioni di competenze e regole unanimistiche tali da impedire ogni efficace e tempestivo intervento in situazioni di crisi.

Pagine

Subscribe to RSS - Europa