Cuba libre
17 Giugno 2017

Romano Prodi sostiene che Helmut Kohl era un negoziatore tenace. Ma se riusciva a raggiungere i suoi obiettivi era perché capiva le difficoltà dell’avversario col quale cercava sempre di raggiungere un compromesso. Quanto stona la gravitas del cancelliere scomparso con i grotteschi comportamenti di Donald Trump: io so’ io e voi non siete che disaster, per parafrasare il Marchese del Grillo.

Se il mondo fosse normale: non tanto, solo un po’
09 Giugno 2017

Nessuno s’illude di poter vivere la propria vita di citoyen in un mondo perfetto. Magari per breve tempo, per assaggiare eccitato una parvenza di esemplarità: come nei mesi successivi la sconfitta del nazismo; o quando finì la Guerra fredda e alla fine degli anni ’80 credemmo che la democrazia si sarebbe diffusa in Unione Sovietica e da lì, nel resto del mondo non democratico. Fu un trompe-l’oeil.

Reportage dall’India – 2: Effetto Modi
05 Giugno 2017

Nella democrazia indiana è tradizione che se nel governo maturano decisioni importanti la stampa viene cautamente informata: questa volta non c’era stata alcuna anticipazione. Il discorso iniziò all’ora prevista. Per i primi 20 minuti Modi parlò di cose senza interesse. Poi annunciò il grande Notebandi, la demonetizzazione, lasciando a bocca aperta un miliardo e circa 250milioni d’indiani: tutte le banconote da 1.000 e da 500 rupie (15 e 7 dollari e mezzo), cioè l’86% del contante in circolazione, da quel momento erano fuori corso. Era l’8 novembre: entro il 30 dicembre chi possedeva quelle banconote poteva cambiarle in banca e chi ne aveva per più di 250mila rupie (3.700 dollari), doveva giustificarne la provenienza. (...)

Reportage dall’India – 1: Verso la soluzione del caso marò
04 Giugno 2017

MUMBAI – “Ancora sei, sette anni al massimo e la nostra sarà un’economia da 4mila miliardi di dollari”, è convinto Sunil Singhania, capo degli investimenti di Reliance Mutual Fund. Al momento il Pil indiano è attorno ai 2,5 trilioni, con una crescita prevista per quest’anno di circa il 7%. L’osservatorio dal quale Singhania intravvede un così brillante futuro, è autorevole. Reliance Industries è la conglomerata più grande del paese e a febbraio Mukesh Ambani, il proprietario, ha festeggiato a Mumbai il suo cento milionesimo cliente. (...)

Donald il tragico Charlot: una parabola americana
02 Giugno 2017

Senza andare ai bastioni di Orione, in pochi mesi abbiamo visto cose che noi umani non potevamo immaginare: un’America che si trasforma in un paese chiuso dietro le mura dei suoi vasti confini, destinato all’arretratezza. Da Cupertino al carbone: una Sparta che ha deciso d’ignorare il suo luminoso lato ateniese, distruttrice di quel sistema internazionale politico ed economico che lei stessa aveva creato. (...)

Manchester e le università del Mediterraneo
26 Maggio 2017

Quando c’è stato il massacro degli innocenti di Manchester ero nel mondo arabo, sull’altra sponda del Grande Mare (definizione dello storico David Abulafia). Ero a Sfax, in Tunisia, invitato a tenere una “keynote” sul mio mestiere a un gruppo di studenti di quattro università di quel paese, che avevano appena concluso un master in giornalismo. (...)

"This Russia Thing"
14 Maggio 2017

Quando la primavera si avvicina all’estate, alternando i giorni tempestosi della vecchia stagione ai climi dolci che annunciano la nuova, sento sempre il desiderio di andare in Normandia. Non per le sue ostriche ma per tornare in pellegrinaggio nei luoghi dello sbarco. (...)