13 Giugno 2013
Iran: elezioni sotto tutela
Domani, 14 giugno, 55 milioni di cittadini iraniani si recheranno alle urne per eleggere il successore di Mahmoud Ahmadinejad. L’Iran che si presenta all’appuntamento elettorale è un paese disincantato, intrappolato in una difficile situazione economica, gravata dall’isolamento e dalle sanzioni internazionali legate al programma nucleare. Durante la campagna elettorale, i contendenti hanno espresso le proprie posizioni principalmente sui problemi economici e sociali del paese, lasciando in secondo piano quelli legati alla politica estera e alla questione nucleare. Le decisioni su queste due questioni rimangono, del resto, nelle mani della Guida Suprema Ali Khamenei. Oltre all’esclusione eccellente di Rafsanjani e a quella – prevedibile – di Mashaei per mano del Consiglio dei Guardiani, gli unici colpi di scena di questa scialba campagna elettorale sono arrivati nelle ultime ore con il ritiro di due degli otto candidati: il conservatore Gholam Ali Haddad-Adel e il riformista Mohammed Reza Aref. Gli ultimi sondaggi vedono un testa a testa tra il religioso moderato Hassan Rouhani e il conservatore e sindaco di Teheran Mohammad Baqer Qalibaf. In una tornata elettorale dalla quale ci si aspettano poche sorprese, i dati di fatto per ora sono due: nessun candidato sembra aver davvero conquistato gli iraniani e, in ogni caso, l’ultima parola spetterà alla Guida Suprema. (Foto: AFP)
Background
 
Scenario
 
Infografica
L'Iran alle urne
 
Quale politica estera
dopo Ahmadinejad?
 
Iran's dual
power structure
Sei grigi candidati
Riccardo Redaelli
Università Cattolica Milano e ISPI
 
Tra astensionismo e confronto: il disincanto nell'urna
Pejman Abdolmohammadi
Università di Genova
 
Khamenei alla ricerca
dello sposo perfetto
Tatiana Boutourline
Il Foglio
 
Un'Onda dal verde sbiadito
Paola Rivetti
Dublin City University
 
Usa, Israele, Iran: sul nucleare
continua il gioco a tre
Claudia Castiglioni
Università degli Studi di Milano
 
 
 
 
Previous ISPI Research on topic
 
Pubblicazioni
 
ISPI Studies
Iran tra tensioni interne
e pressioni internazionali
ISPI Dossier
L'azzardo Iran
Dal Mondo
Atlantic Council - Washington
'Engineered' Iranian Elections Provide an Opening for Criticizing Status Quo
Foreign Affairs - New York
Don't Discount the Iranian Election
Financial Times - Londra
Iran poor remain loyal to Tehran as wealth gap widens in crisis
Al Jazeera English - Doha
Iran's reformists seek opportunity in poll
Brookings - Washington
Iran's Election Goes Nuclear
 
   
ISSN N° 2282-829X
 
ISPI - Istituto per gli Studi di Politica Internazionale
Via Clerici, 5 - 20121 Milano
Tel.: +39/02/86 33 13 1
Fax: +39/02/86 92 055
e-mail: ispi.segreteria@ispionline.it