4 Luglio 2013
Egypt After Morsi
L’Egitto si appresta ad affrontare una nuova fase della transizione seguita alla caduta di Mubarak nel febbraio del 2011. Con una mossa a sorpresa, l’Esercito ha messo in atto quello che per molti è un vero e proprio colpo di Stato, destituendo il Presidente Mohamed Morsi – democraticamente eletto esattamente un anno fa – e nominando il Presidente della Corte Costituzionale Adly Mansour come Presidente ad interim. Lo stesso Morsi è agli arresti domiciliari, mentre sono stati arrestati alcuni leader della Fratellanza musulmana. Da un lato, gli eventi di ieri segnano la momentanea fine dell’esperienza dell’Islam politico al governo e, forse, potrebbero significare addirittura il fallimento della prova di governo della Fratellanza. Dall’altro, aprono nuovi scenari per il futuro del Paese. Il colpo di mano dei militari riuscirà a traghettare finalmente l’Egitto verso la realizzazione della transizione democratica? O, piuttosto, la mossa dell’Esercito mira ancora una volta al controllo del potere e ad evitare di venire estromesso dalla vita politica egiziana? I prossimi passi dovrebbero prevedere una nuova Costituzione, l’instaurazione di un governo tecnico e nuove elezioni parlamentari e presidenziali. La decisione presa dai vertici militari egiziani rappresenta un cruciale momento di svolta nella transizione del Paese e, adesso, saranno gli stessi militari a dover assumersi la responsabilità degli sviluppi futuri. Sullo sfondo, tra un’opposizione ancora molto eterogenea e priva di un vero leader e la Fratellanza che minaccia di reagire alla mossa del Ministro della Difesa Abdel Fattah el-Sisi, il gravissimo stato dell’economia nazionale rappresenta la vera questione da risolvere. (Foto: Associated Press)
Background
 
Scenario
 
Multimedia
Le proteste che
hanno diviso il paese
 
Quali scenari dopo Morsi?
 
Egypt's Army Statement
Modernità coloniale
Gian Paolo Calchi Novati
ISPI Senior Reasearch Fellow
 
Il realismo americano
alla prova dell'Egitto
Armando Sanguini
Ambasciatore e ISPI
 
Militari e politica: è questo
il "modello turco" per Il Cairo?
Stefano M. Torelli
ISPI Research Fellow
 
La Fratellanza ha perduto
la sua occasione
Massimo Campanini
Università di Trento
 
It is not a Coup
Sally K. Isaac
Cairo University
 
La rivincita delle opposizioni
ancora frammentate
Giuseppe Acconcia
Centro Studi Al-Ahram
 
La vera sfida
rimane l'economia
Ugo Tramballi
Inviato de Il Sole 24 Ore
 
 
Previous ISPI Research on topic
 
Pubblicazioni
 
Commentary
L'Egitto col fiato sospeso
Commentary
Morsi un anno dopo:
l'Egitto ancora in piazza
Eventi
 
Due anni dopo:
l'Egitto in fermento
Dal Mondo
Foreign Policy - Washington
Downfall in Cairo
Stratfor - Austin (Texas)
Egypt's Atypical Military Coup
Al Ahram - Il Cairo
What would the fall of Morsi mean to the Islamists?
International Herald Tribune - New York
In Egypt, Democrats vs Liberals
Foreign Affairs - Washington
Redoing the Egyptian Revolution
The Guardian - Londra
With this 'roadmap' Egypt enters risky territory
 
   
ISSN N° 2282-829X
 
ISPI - Istituto per gli Studi di Politica Internazionale
Via Clerici, 5 - 20121 Milano
Tel.: +39/02/86 33 13 1
Fax: +39/02/86 92 055
e-mail: ispi.segreteria@ispionline.it