18 Settembre 2013
Germania alla prova del voto
Le elezioni del prossimo 22 settembre in Germania costituiscono un passaggio molto atteso non solo a Berlino, ma in tutta l’Europa, per via della centralità che il Paese ha assunto negli ultimi anni, soprattutto nel dettare la linea economica per uscire dalla crisi. Tuttavia, da questa tornata elettorale difficilmente verrà designato un nome nuovo per la Cancelleria, posizione che – al di là delle possibili alleanze di governo, che dipenderanno dai risultati degli altri partiti – sarà probabilmente occupata ancora da Angela Merkel. Se le previsioni venissero confermate, dunque, ben poco cambierà sia all’interno degli equilibri tedeschi che, di conseguenza, nel più ampio quadro europeo. Il modello economico del mercantilismo tedesco e l’imposizione di politiche economiche di austerità, continuerebbero ad accompagnarsi a una sostanziale riluttanza nei confronti dell’assunzione di una vera leadership politica a livello europeo. Se in Europa continuerà ad essere seguita la linea tedesca, anche allargando la visuale ci troveremmo davanti a dinamiche che si distanzierebbero poco da quelle attuali. Washington e Pechino, per motivi differenti, hanno entrambi bisogno di mantenere i buoni rapporti con Berlino. Una Germania, dunque, che, anche nei prossimi anni, continuerà ad essere al centro dell’attenzione e a ricoprire un ruolo di primo piano in Europa, che difficilmente potrà essere messo in discussione.
Background
 
Scenario
 
Infografica
La Germania alle urne
 
Verso uno status quo?
 
Germany in Europe
European Hopes
and German Continuity
Ulrike Guérot
European Council on Foreign Relations
 
Visione mercantilista
senza vera leadership
Riccardo Pennisi
Limes e Aspenia
 
Il gigante dell'export
e gli squilibri europei
Lucia Tajoli
Università Politecnico di Milano e ISPI
 
Per Atene l'austerità
parlerà ancora tedesco
Dimitri Deliolanes
Corrispondente della tv greca ERT
 
If Germany Doesn’t Change, will Poland?
Roderick Parkes
Polish Institute of International Affairs (PISM)
 
Europa: federale è meglio
Beda Romano
Corrispondente de Il Sole 24 Ore
 
Per Obama
Berlino partner obbligato
Maurizio Molinari
Corrispondente de La Stampa
 
China: Keeping Fingers
Crossed for Angela
Axel Berkofsky
Università di Pavia e ISPI
 
 
Previous ISPI Research on topic
 
Pubblicazioni
 
Commentary
Germania e Austria:
Il fascino dell'Euro
a più velocità
Eventi
 
Italia e Germania:
a cosa serve l'Europa?
Multimedia
 

Dal Mondo
Carnegie Europe - Bruxelles
The Blind Spot in the German Election: The Eurozone
The Economist - London
Germany's election: Descent into banality
ECFR - Bruxelles
Reinventing Europe: Germany debates political union
German Marshall Fund - Berlin
Germany’s Leadership Question on the Eve of Elections
Financial Times - London
The German miracle is running out of road
 
   
ISSN N° 2282-829X
 
ISPI - Istituto per gli Studi di Politica Internazionale
Via Clerici, 5 - 20121 Milano
Tel.: +39/02/86 33 13 1
Fax: +39/02/86 92 055
e-mail: ispi.segreteria@ispionline.it